I primi tre tesserati del C.C.N. per la stagione 2012 sono, in ordine alfabetico, il milanese Marco Leone, il genovese Goffredo Sdrubolini, il romano Giacomo Solfanelli. E' il dato più bello e significativo che una squadra master possa vantare: trasmette un senso di ricchezza ideale, di benefico pluralismo, di abbraccio globale; non può intendersi lo sport come fratellanza, l'amicizia come valore imprescindibile senza che si apprezzi la portata di questa notizia, che rende fieri di avere, in tutta Italia, Amici dello spessore umano e caratteriale dei nostri tre.

 

Distanze Speciali Lombardia, Campania

Homines, maxime homines

Lombardia - Cremona, 23 ottobre 2011.

Parte a Cremona la stagione 2011-12 del Circolo Canottieri, con le Distanze Speciali della Lombardia. Il primo a scendere in acqua è Giacomo Solfanelli, che, come preparazione ai prossimi cimenti più veloci, prova gli 800 sl: esce di un soffio dal podio M40 con un buon 10'38"30. Accanto a lui sul bordo vasca, con cuffia e maglietta della Canottieri, si staglia Marco Leone, il cui debutto in  giallorosso è attesissimo: pur avendo da poco iniziato la preparazione di una lunga annata, dimostra subito classe immensa ed uno spirito incrollabile. Negli 800 della mattina gli si distorcono in partenza gli occhialini: si ferma, li toglie lanciandoli via e riparte come se nulla fosse accaduto: termina in 9'25"60, una dimostrazione di manifesta superiorità. Nel pomeriggio altro capolavoro, sui 1.500, in cui segna il personale in 17'56"80; ultimo 100 in 1'08. Superfluo aggiungere che i due tempi valgono gli ori M45, i relativi record sociali, ed un posto di rilievo già assicurato nell'Olimpo del C.C.N.

Il 2012, l'anno fatidico con la lunga rincorsa ai Mondiali, inizia qui, a Cremona, grazie al fervore di due Campioni, ognuno esemplare ché "dopo sé fa le persone dotte".

Campania - Napoli, piscina Scandone, 20 novembre 2011

La prima Manifestazione dell'anno in terra campana è un cimento da amatori, un regalo per gli appassionati del fondo, una sfida per chi vuol sperimentare la soglia massima di sforzo affrontabile in questo momento della preparazione. Nel rigoroso freddo mattutino della Scandone, la prima ad aprire riscaldamento e gare è l'inossidabile Luciana Morgera, che vince da par suo gli 800 M65 con 17'17"00, i 1.500 con 34'37"00. La coriacea Serena D'Ambrosio sta pian piano riscoprendo la sua forma: oggi è due volte argento M35, chiudendo le sue fatiche in 13'34"90 e 26'24"40. Tra gli uomini un ottimo Giuseppe Greco, nel dominare gli 800 tra gli M30, migliora il relativo primato sociale portandolo a 10'42"40; il precedente era stato stabilito da Alberto Cioffi nel 2003; più tardi si impone anche nei 1.500 in 20'50"20, altro record CCN. Gli altri alfieri giallorossi sono tutti M45: negli 800 la competizione interna vede prevalere la grinta di Maurizio Avallone, bronzo in 11'17"30, davanti ad Aldo Forquet (11'23"00); seguono Massimo Knight (11'36"70), Gian Nicola De Simone (11'48"10), Francesco Vitobello (12'11"70) ed Ernesto Ardia (12'24"90). Alcuni di loro si trattengono anche per i 1.500: il tenace Massimo Knight tiene in scacco la compagnia, forzando un oro ex aequo con Aldo Forquet in 22'14"10; terzo e quarto sono Gian Nicola De Simone (22'56"70), ed Ernesto Ardia (23'30"00).

 

I risultati di dicembre 2011

Genova, Riccione, Barra

Genova, 3 dicembre. Nella Genova martoriata dal recente nubifragio, l'orgogliosa ripresa è testimoniata dal normale flusso delle attività, in cui non poteva mancare il contributo attivo dei master, riuniti nel Trofeo GOA. Il carattere di Goffredo Sdrubolini dona al C.C.N. una significativa presenza, al suo curriculum l'oro nei 100 dorso M40 con 1'29"56; poco prima, si era riscaldato con i 200 sl (3'01"34). La settimana successiva, l'11 dicembre, Goffredo si porta a Tortona per l'VIII Trofeo che dalla città piemontese prende il nome: disputa i 200 dorso, chiusi in 3'18"84, ed i 100 sl (1'19"85).

Riccione, 3 e 4 dicembre. Attrae sempre vasta e qualificata competizione il Trofeo Città di Riccione, quest'anno (per la VIII edizione) scelto anche per provare le sensazioni che desta la piscina del prossimo Mondiale. Tra i grandi c'è Marco Leone, che, con tempi sensazionali, arriva due volte secondo M45 a riprova dell'elevatissimo livello della concorrenza: 4'31"04 sui 400 sl, 9'20"09 sugli 800 sono imponenti primati sociali, il secondo è anche personale, ottenuto con un brillante crescendo che gli consente lo split negativo preventivato.

Barra, 4 dicembre. Il III Trofeo Blue Team, nella vasca da 25 della "Fritz Dennerlain", rappresenta, nei progetti, la prima tappa dell'ambizioso progetto di Francesco Galassi, che va 2 volte sopra gli 800 punti in specialità che non frequenta: nei 100 misti è 2° con 1'15"52, nei 50 rana è 3° M45 con  37"78. Il mitico Fofò Buonocore non si lascia sfuggire l'oro M75 nei 50 sl con 39"99, mentre Pietro Daniele vince i 100 rana M50 in 1'26"44 e poi arpiona la 3^ piazza nei 50 sl in 32"81. Bronzo anche per Achille De Torres nei 50 dorso M60 (51"14) e per Aldo Forquet  nei 100 sl M45 con 1'05"41; seguirà 34"64 nei 50 delfino, gara che Massimiliano Riso chiude in 33"43 tra gli M40. Ama lo sprint Annibale Bovenzi, che, tra gli M45, fa 31"81 a stile, 43"17 a dorso.  Solo crawl per Michelangelo Corsaro, che segna 30"42 sui 50, 1'06"90 sui 100 M25. Alzatosi da tavola dopo il luculliano pranzo domenicale Francesco Vitobello, orologio alla mano, comprende di poter partecipare e corre a Barra: non può andare oltre il 1'13"26 sui 100 sl e 1'25"80 sui 100 misti, ma va bene così. Consueta messe di medaglie preziose per il settore femminile. Roberta Murano conquista l'oro nei 50 rana M50 con 48"22 e nei 100 sl con 1'22"97; Claudia Ciardulli arriva prima nei 100 sl M45 in 1'20"39, seconda nei 50 rana in 46"31; vittoria per Serena D'Ambrosio nei 100 sl M35 in 1'21"68.

Napoli, 10 e 11 dicembre. Nel ricordo del Presidente del Comitato Regionale UISP e FIN Filippo Calvino, la UISP allestisce alla Scandone il II Memorial a lui dedicato. 

Il proscenio spetta allo spirito di due grandi M75: Fofò Buonocore, padrone dei 100 sl con 1'34"36, e Maurizio Tortora, 1° nei 100 rana e 2° nei 100 sl dietro il compagno di squadra. Ottima la categoria M50: Pietro Daniele vince i 100 rana con 1'27"46, poi dà prova di duttilità aggiudicandosi anche i 200 misti in 3'02"03; Gaetano Mastropasqua è oro nei 50 dorso con 42"17 ed argento nei 50 delfino con 39"59; Giovanni De Simone conquista due volte la piazza d'onore, nei 100 rana con 1'35"57, nei 200 sl con 2'58"26. Negli M60, Achille De Torres arpiona l'argento nei 100 dorso (2'01"79} dopo aver sfiorato il podio sui 50. Tra gli M45 Gian Nicola De Simone arriva 1° nei 100 rana con 1'26"61, 2° nei 200 misti con 2'57"71, mentre Ernesto Ardia segna 1'13"24 nei 100 sl prima di essere misteriosamente squalificato nei 200 misti; Aldo Forquet, 5" nei 50 sl (30"80), prende il bronzo nei 200 sl con 2'30"80; interessante rientro per Marcello Esposito, 3° nei 50 delfino in 37"14, bravo nei 50 sl 31"49. Successo di prestigio per Davide De Sanctis nei 50 sl M35 con 30"18. Sale sul 3° gradino del podio M40 Antonio Gioia nei 50 delfino, chiusi in 35"50; si rilassa poi nella velocità dorso (46"36). 

Modugno, 17 dicembre. In terra di Puglia, al V Trofeo Santa Claus, Francesco Galassi deve affrontare inconsuete fatiche per recuperare terreno nell'Ironmaster M45. Ancora in corta, nuota i 1.500 sl in 22'02"08, oro M45, e dopo appena dieci minuti, sfinito, deve rituffarsi per i 200 rana: non può fare più di 3'30"92.

Livorno, 18 dicembre. "There were three men [o kings] came out of the west /their fortunes for to try ... ": come in John Barleycorn, la celebre ballata scozzese del 1500, tre arditi si incontrano per trovare una linfa vitale che favorirà loro imperitura fama ed a tutti gli amici gioia ed esultanza. I nostri tre formidabili Marco, Giacomo e Goffredo la sera prima della gara si ritrovano a tavola da "Galileo, il Tempio del caciucco", irresistibile piatto tipico labronico a base di pesce, per brindare e discorrere dei passaggi programmati per il XIII Meetimg degli auguri, di scena a Livorno la mattina della domenica. Ancora una volta, le loro soddisfazioni sono l'orgoglio del C.C.N. Marco Leone sbaraglia la concorrenza e vince 2 volte tra gli M45 con tempi e punteggi da fantascienza: nei 100 sl fa 58"95 (passaggio 28"26) per 928 punti, nei 200 uno stellare 2'08"56 (passaggio 1'02"66) per 929 punti; inutile aggiungere che si tratta di 2 nuovi record sociali. Sui 100 sl Giacomo Solfanelli scende per la 7^ volta consecutiva sotto il minuto, segnando 59"75 (28"76 ai 50) e si piazza secondo M40, sfiorando i 900 punti (892); sulla doppia distanza è bronzo con 2'17"55 (1'07"40 a metà gara). Goffredo Sdrubolini si stabilizza sui 100: sigla 1'33"04 a dorso, 1'22"69 a stile.

 

III Trofeo Nuotatori Campani

Portici, 28 e 29 gennaio 2012

Sotto l'impeccabile supervisione di Enzo Allocco, nella mirabile struttura di Portici si svolge il primo Trofeo del 2012 in terra campana. L'apertura, per il C.C.N., spetta agli 800 sl di Massimo Knight, il cui ritmo viene irretito dalla vasca corta: il nostro finisce 2° M45 con 11'25"33, subendo, negli ultimi metri, il recupero dell'amico Peppe Cannada; nei 50 dorso con 41"16 resta ai piedi del podio per appena un decimo. L'indiscussa star della manifestazione è Mariarosaria Vallone, che, alla prima uscita stagionale, piazza 2 prestazioni sopra i 900 punti nella sua rana: vince i 50 M55 in 42"27, i 100 in 1'35"73. Le ragazze sono protagoniste del sabato: la mattina Claudia Ciardulli guadagna l'oro M45 nei 100 sl con 1'22"09, l'argento nei 50 rana con 44"88; nelle stesse gare Serena D'Ambrosio si insedia sulla piazza d'onore grazie a 1'21"36 e 47"98; il pomeriggio poi una monumentale Claudia Cinquegrana sconfigge avversarie e fatiche imponendosi nei 400 misti M40 con 7'03"27 e, poco dopo, nei 200 rana con 3'30"23. Sceglie eguale, probante combinazione Pietro Daniele: lo Zar si appropria, more solito, dei 200 rana con 3'06"39, ma detta legge anche nei 400 misti, che affronta per la prima volta, e chiude con un brillante 6'17"72 (1° M50, of course). Tra i suoi coetanei, il positivo Gaetano Mastropasqua vince i 100 rana in 1'35"66; stanco, nei 50 sl si accontenta di 32"52. Medaglia d'argento nei 50 delfino M40 per Massimiliano Riso con 33"57, mentre nella stessa categoria Giulio Craus disputa, con eccellente spirito, i 200 sl (2'59"68). Nella velocità stile doppio personale per Michelangelo Corsaro tra gli M25: 29"74 e 1'05"73. Nei 50 Annibale Bovenzi segna 31"91 tra gli M45. Nei 100 Giuseppe Greco conquista l'argento M30 in 1'03"53 dopo il bronzo nei 50 dorso (34"65). Sempre nei 100 sl, Aldo Forquet guida il gruppo degli M45 giallorossi toccando in 2° in 1'04"51; 3° Francesco Galassi in  1'05"87, seguono gli ottimi Ernesto Ardia (1'09"79) e Francesco Vitobello (1'10"36); lo stesso contingente di ardimentosi, a distanza di qualche minuto, si cimenta nei 200 misti: Galaxy, bronzo con 3'01"56, tira la volata ad Ardia (3'02"24), Forquet (3'02"61) e Vitobello (3'08"73); in questa categoria Gian Nicola De Simone, sotto tone nei 50 rana (37"84, fuori dal podio), conclude in 2'49"64, ma la vittoria gli sfugge per 6 centesimi: quando non è giornata ! Capitolo speciale meriterebbe Dario Modonutti, reduce dal pietoso ufficio svolto nella ricerca dei dispersi del naufragio all'Isola del Giglio. Pur nel comprensibile stato d'animo, riesce a meravigliare salendo sul gradino più alto con 26"82 nei 50 sl e 30"01 nei 50 delfino M45. La sua esperienza ricorda a tutti la fortuna di essere qui a gareggiare e gioire dei momenti felici che ci sono riservati. Prima uscita per l'"onrata nominanza" di Ponticelli, i più leali del gruppo storico ivi formatosi, che vestono i colori giallorossi con intramontabile orgoglio. Ciro Cardalesi rientra dopo un anno sabatico mostrando subito le sue potenzialità nei 200 sl (2'31"92) e nei 50 delfino, in cui approda al 3° posto M30 con 33"88. Stesse gare per Luigi Cordova, altro gradito ritorno: 4° M45 nei 50 delfino (38"53), fa 2'49"16 nei 200 sl. Traguardo rimarchevole per Alessandro Borrelli e Pasquale Foggia, giunti all'11^ stagione con la Canottieri. L'uno disputa oggi, tra gli M40, 200 sl (2'51"25) e 50 delfino (45"40), l'altro le gare stie più brevi, riportando 35"03 sui 50, 1'19"07 nei 100 (4° M50). Sempre gloriosi i veterani. Nando Lignano fa piazza pulita di ori con 46"17 nei 50 dorso e 45"36 nei 50 rana, come lo stoico Massimo Lombardi domina 100 e 200 rana (1'37"73 e 3'41"06); i valente Achille De Torres si aggiudica i 100 dorso in 2'03"42 ed è bronzo sulla doppia distanza (4'54"68). Ancora a corto di preparazione, Mauro Morino decide di tuffarsi nei prediletti 50: 3° M55 a rana con 46"48, riporta 34"85 a stile. Organi9zza anche la staffetta 4 x 50 sl assieme a Dario Modonutti, Annibale Bovenzi e Michelangelo Corsaro: i 4 (180 anni in totale) si battono con grinta finendo in 2'02. Quali altre lodi potremmo cantare per Luciana Morgera ? Le lasciamo l'applauso finale per il doppio successo su 400 sl (8'12"85) e 100 rana M65 (2'11"59).

- Barra 4 marzo 2012, I Meeting Campania Nuoto. Neanche il tempo di rifiatare dopo i Regionali, e già si torna in acqua. Roberta Murano stupisce per la capacità di migliorarsi sempre: vince i 200 misti M50 in 3'28"15, poi è 2^ nei 50 rana in 48"81; eguale riconoscimento alle qualità di Luciana Morgera, oro nei 200 sl M65 in 4'01"36, argento nei 50 rana in 59"32. Nei 100 sl Claudia Ciardulli con 1'19"30 conquista la piazza d'onore tra le M45 scendendo per la prima volta sotto la soglia dell'1'20. Da applaudire il 31"79 di Umberto Savarese nei 50 sl, che vale l'oro M50 in una gara in cui arriva 3° Pasquale Foggia con 35"19; i due si ritrovano nei 50 rana, in cui Savarese, al bronzo in 45"25, precede il compagno di squadra (47"00). Alessandro Borrelli segna 34"41 nei 50 sl M40, 1'16"94 nei 100 (4°); stessi impegni per Michelangelo Corsaro, i cui progressi lo portano a 29"61 e 1'05"70 (4° M25). Continua l'avvincente sfida di Francesco Galassi, oggi imprevedibile oro M45 in un inedito 50 dorso con 36"76, argento nei 50 delfino in 32"48. Ancora una storia di successi per Gaetano Mastropasqua, ottimo primo M50 nei 200 misti in 3'09"61, ma bravo anche nei 200 sl, chiusi al 3° posto in  2'46"86. Da segnalare, dulcis in fundo, il gradito ritorno alle competizioni di Elena Capozzi , che primeggia nei 50 rana e stile M75.

 

XXVII Campionato Regionale della Campania

Napoli, piscina Scandone, 11, 12, 18 e 19 febbraio 2012

 

Day I. La Scandone è specchio fedele dell'Italia attanagliata dallo straordinario freddo di questo periodo, ma alcuni prodi sembrano non avvedersene: negli 800 sl Roberta Murano fa registrare il miglior tempo di tutte le partecipanti con 13'11"15, oro M50; vincono Luciana Morgera tra le M65 in 17'11"48 e Serena D'Ambrosio con il personale (e record sociale) di 13'17"63 tra le M35; in questa categoria è argento con 13'41"61 la brava Roberta Siviero, alla prima uscita in vasca. Con lei si affaccia ai Regionali l'avanguardia della magnifica squadra di Triathlon, che, a breve, vedrà impegnata anche la parte maschile. In una compagine in cui "stella con stella si colloca", Chiara D'Ambrosio rientra all'agone dopo 10 anni; il 90% del suo allenamento è la velocità rana, ma oggi deve cimentarsi in tutt'altra materia: viene premiata da 2 medaglie, oro nei 200 dorso M40 (4'49"81), argento negli 800 sl (16'42"74). Alla chiamata degli 800 non può mancare, naturalmente, Massimo Knight: fa 11'41"97, che vale la piazza d'onore M45. Ed ecco, tra gli M50, i primi due triathleti: Maurizio Mirarchi, campione di lotto libera, arriva 4° di un  soffio (15'14"06) davanti ad Emilio Melillo (18'27"14). Gli esempi di tempra e generosità si moltiplicano: Francesco Galassi nuota con una lesione al menisco fresca di 10 giorni ma si attesta sugli 11'49"76, bronzo M45 davanti ad Ernesto Ardia (12'15"86) con il quale condivideva la corsia. Con l'empatia e la disponibilità che lo distinguono, Ernesto deve disputare, a stretto giro, la seconda gara, i 200 dorso; la fatica accumulata non gli concede di sorpassare i 3'19"68 per un altro sfortunato 4° posto; pochi centesimi davanti a lui Marcello Fattore con 3'19"02. In questa gara aggiunge un altro oro alla sua collezione Giovanni De Simone, 3'39"24 tra gli M50; ottimo rientro alle competizioni per Giuseppe Monetti, responsabile tecnico del Triathlon a Ponticelli, che coglie l'argento M40 in 3'12"91. La batteria finale, di alto livello tecnico, viene stravinta da Giuseppe Greco con la migliore prestazione della giornata, un prodigioso 2'39"22, record C.C.N. M30; un altro primato sociale viene stabilito, con nuotata netta e precisa, da Davide De Sanctis, 1° M35 in 2'59"00.  Nei 200 farfalla Ciro Cardalesi si impone tra gi M30 in 3'11"25, secondo tra gli M45 arriva Gian Nicola De Simone in  3'10"15.

Day II. Iniziano nel gelo mattutino i 200 misti, dominati dal regale Dario Modonutti, oro M45 in 3'39"94; terzo di categoria Gian Nicola De Simone con 2'58"86; stanco dei suoi domini nel mondo della rana, lo Zar Pietro Daniele comincia il suo viaggio tra i misti con un argento M50 in 3'03"61. Si passa ai 100 sl, dove Roberta Murano conquista il suo 2° successo M50 col tempo di 1'26"79; nonostante l'influenza, Rita Bavaro porta a casa 2 ori M60, qui con 2'02"41, nei 50 dorso con 57"00. Quando si passa al campo maschile, l'attenzione è massima per la presenza del mitico Fofò Buonocore, che tra gli M75 chiude in 1'43"60; un altro celebre senatore giallorosso, Nando Lignano, agguanta l'argento M60 in 1'21"52. Si salta alle batterie più veloci per vedere Aldo Forquet toccare 2° M45 in 1'06"81 e Michelangelo Corsaro, in continuo miglioramento, segnare 1'06"83 tra gli M25. Sentono l'importanza del momento gli alfieri di Ponticelli, fedeli ad un'idea: Umberto Savarese è bronzo M50 in 1'14"02 perché 2 anni di assenza non spengono le sue virtù; fanno contare il loro sforzo Alessandro Borrelli (1'19"87 negli M40) e Pasquale Foggia (1'24"21 negli M50), sempre pronti ad offrire lodevole determinazione, come Alfredo Palombo Pandolfo, 41"89 nei 50 dorso M40. Così le azioni meritorie si moltiplicano. Ricorda un eroismo leggendario vedere tra le corsie, per superiore dedizione alla squadra, Antonio Actis, "vir optimus" che un mese fa ha patito la frattura di clavicola e 3 costole; lo splendido 1'12"11 significa bronzo M40. Ed ancora: passano sopra considerevoli problemi fisici che imporrebbero ad altri il solo riposo, i forti Antonio Stozzaetti (1'18"58 negli M25) e Riccardo Improta (1'19"57 negli M40). Quando ha saputo il valore di questo impegno, Francesco Scivicco è volato a tesserarsi, non importa da quando non toccava acqua (2 anni): conclude in 1'14"69 tra gli M45. Completamente a digiuno di allenamento accorrono ad aiutare gli amici Fabrizio Scala, 1'18"44 tra gli M35, e Cesare Lama, 4° tra gli M55 con 1'33"26. Marco Moretti, triathleta con diversi ironman alle spalle, finisce tra gli M40 in 1'18"94, Gaetano Mastropasqua in 1'17"73; quest'ultimo si rifà salendo sul secondo scalino del podio M50 con 42"15 nei 50 dorso, gara che disputano molti dei predetti: Stozzetti riporta 43"15, Scivicco 45"52, Actis 46"39, Scala 47"89, Improta 49"44, Moretti 56"70, tutti uniti dal plauso di chi questa disciplina la pratica solo stamattina, come prezioso contributo al gruppo. Rientra alla casa-madre il pallanuotista Alfredo Bottiglieri, ottimo 3° M40 in 39"41, primo dei confratelli della Megaride a salire sui blocchi. Bronzo anche per Achille De Torres, che con 49"63 precede tra gli M60 il compagno di colori Giovanni Greco. Nel pomeriggio, si contano due ori soffertissimi tra gli M45 per il guerriero Maurizio Avallone, nei 100 delfino in 1'21"30, nei 400 sl in 5'22"33; in questa gara, nella stessa categoria, l'argento spetta a  Francesco Galassi con 5'41"52, mentre 2° arriva anche Giuseppe Greco tra gli M30 con 5'10"15. Con pronta disposizione d'animo, non vogliono mancare, tra gli M45, Antonio Giasi, encomiabile nei suoi 50 rana, e Francesco De Masi, alla sua prima gara di nuoto con i 100 sl. Ci sono ben 4 splendide ragazze giallorosse nell'ultima batteria dei 50 rana femminili, vinta dalla grande Mariarosaria Vallone con 43"29, ovvio oro M55 nonostante l'arrivo imperfetto; Alessandra Calonaci e Ilaria Leonardis, generosamente in testa per 45 metri, accusano entrambe la lontananza di mesi dalle piscine: l'una finisce argento M35 in 43"77, l'altra preserva il primato tra le M30 con 44"18; importante oro tra le M45 per Claudia Ciardulli con 46"90. In campo maschile, meritato argento per Mauro Morino tra gli M55 (47"01); eguale soddisfazione tra gli M50  per Vittorio Grillo (43"03), tuffatosi in precedenza nei 50 dorso (49"12); Vittorio De Silva fa i salti mortali per arrivare a Fuorigrotta, ma ne vale la pena: è bronzo M45 con 44"33. Debutta con il C.C.N. un altro pallanuotista della Megaride, Raffaele Simeoli, 44"16 negli M25. Chiude degnamente la giornata il sorriso di Cesare Bruschini, che fu campione d'Italia di canoa, ed ora, a 72 anni, vede la sua prima nel mondo del nuoto terminare con la medaglia d'oro (55"38): "veni, vidi, vici", insomma. Da vero Cesare.

Day III. Si riprende, dopo una settimana, con la gara più lunga. Serena D'Ambrosio sale di nuovo sul gradino più alto del podio tra le M35 con 25'42"60; idem Luciana Morgera tra le M65 (32'32"00); ancora argento tra gli M45 per Massimo Knight con 22'23"30. Mattinata di enorme impegno e pari soddisfazione per una splendida Claudia Cinquegrana: con 7'11"01 vince i 400 misti M40 abbassando il suo record sociale di 15 secondi; dopo appena qualche minuto arriva prima nei 200 rana in 3'39"25. Nella regina delle gare, i 400 misti, miglior tempo di tutti e oro M45 per Dario Modonutti (5'50"17); successi significativi per Pietro Daniele negli M50 (6'19"46) e Ciro Cardalesi negli M30 (6'30"81). Le vittorie giallorosse si inseguono: nei 200 rana Massimo Lombardi non ha rivali tra gli M60 (3'49"72), né Giovanni De Simone tra gli M50 (3'26"34); ma bisogna sottolineare anche il sacrificio di Annibale Bovenzi, dedito per costume al crawl veloce, e qui 5° M45 in 3'48"58.

Day IV. E' il giorno degli spalti gremiti, della fantastica squadra di triathlon, dei tre magnanimi che, per stare vicino ai loro compagni di squadra, hanno viaggiato, ieri, da Genova e Milano fino alla Città Nuova. I ranghi del C.C.N. sono un sussulto di orgoglio, un fremito di idealità, una comunione di intenti. Difficile annotare tutto, procedere con ordine, attestare le mille audaci imprese. La mattina inizia con i 200 stile, nobilitati dalla presenza del fuoriclasse per antonomasia, Marco Leone; la sua prima alla Scandone è una vera esibizione: ferma il crono a 2'09"08 che significa miglior prestazione della Manifestazione (932 punti), miglior tempo dei partecipanti, oro M45. Con nobile spirito rimarrà fino a sera, fino alla premiazione, dopo aver conseguito un altro successo, nei 50 sl (27"71). Ed ecco il Sire: anno dopo anno, tornando a Napoli, Giacomo Solfanelli testimonia la bellezza dell'Amicizia, i duraturi valori dell'uomo; in acqua la sua classe risplende sempre: capeggia la classifica M40 con 2'19"07, quindi, con un arrivo in perfetto allungo, si prende il bronzo nei 100 dorso abbassando il suo record sociale (1'24"26). Il guerriero ligure Goffredo Sdrubolini è senza allenamento, ma essere qui è già una vittoria: nei 100 dorso, dopo una nitida subacquea, l'inevitabile calo lo porta a 1'36"45; nei 200 sl fa 3'16"50. Ritornando a questa gara la progressione di Aldo Forquet lo spinge al secondo posto M45 in 2'27"24; Bruno Velonà toglie ben 14 secondi al suo precedente scendendo a 2'41"94, 4° M35; nei 50 farà 32"17; protagonista di un lungo testa a testa col compagno, Francesco Vitobello risente infine di una settimana senza cloro sulla neve, chiudendo ad un niente dal podio M45 in 2'45"04; nei 100 rana sigla 1'38"95. E' il turno, nei 200 sl, dei ragazzi di Ponticelli: Pasquale Foggia approda ad un meritato argento M50 con 3'05"59, Alessandro Borrelli è 4° M40 con 2'59"90, Luigi Cordova riporta 3'00"80; il suo obbiettivo sono però i 100 dorso, dove arriva ottimo 2° M45 in 1'31"78. In campo femminile Cinzia Colicchio bagna il suo 10° anno in giallorosso con l'oro regionale M40 in 3'13"65. Da rilevare il tempo della formidabile Daniela Sabatini: 2'24"10 miglior prestazione femminile del Torneo (921 punti). Nei 100 dorso Ilaria Leonardis, sempre coriacea, graffia via il bronzo M30 con 1'41"51. Ghermiscono l'argento tra gli M35 un Davide De Sanctis in precarie condizioni con 1'21"82 e, tra gli M60, l'augusto Nando Lignano con 1'43"03; 4° alle sue spalle Achille De Torres in 2'00"86. Anche Giuseppe Monetti è 4° con un buon 1'26"38 tra gli M40 davanti ai coraggiosi Alfredo Palombo Pandolfo (1'33"22) e Giulio Craus (1'43"09); quest'ultimo, pur influenzato, aspetta i 50 sl che copre in 33"00. Va ora espressa tutta la simpatia a Marcello Fattore, nettamente 1° M45 con 1'28, ma scippato dell'oro per aver mosso i piedi a stile in fase di virata: come Aaron Peirsol. Nei 100 rana Mariarosaria Vallone sfiora i 900 punti con 1'38"23 (1^ M55), Massimo Lombardi supera il dolore all'adduttore e la concorrenza completando il double ranistico con 1'42"12. Menzione d'onore per il veteranissimo Maurizio Tortora, che veste la medaglia d'oro nei 100 rana M75 e quella di bronzo sui 200 sl.

Nel pomeriggio, la parte alta delle scalee della Scandone è occupata dalla squadra di triathlon, una luce giallorossa che si irradia in tutto l'impianto. Qualcuno di loro era già salito sui blocchi, la maggior parte, adusa a ben altre distanze, con senso di aggregazione disputa 50 stile e 50 delfino. Valentina Sanfelice stabilisce il primato sociale M40 in entrambe con 35"22 e 44"88; la campioncina della multidisciplina Consuelo Ferragina segna, tra le M30, 41"05 e 53"76, Roberta Siviero, dopo l'argento sugli 800 della scorsa settimana, arriva 4^ M35 nei 50 sl con 40"68; Chiara D'Amico, squalificata a stile, regala il suo apporto completando il delfino, mai nuotato prima. Il fortissimo Gennaro Lamberti arpiona il bronzo M30 nel delfino con 32"01, poi produce un solido 28"12 a stile. Errico Perillo, l'Euclide del gruppo, è autore di 2 belle performance: 5° M45 a stile in 30"09, 4° a delfino in 34"85. Giacomo Vinci, un'icona del Triathlon meridionale, tocca 5° a delfino con 34"16, poi fa 32"09 tra gli M40. Il Gran Capitano della sezione risponde al nome di Alessandro Fattore: per lui 32"40 e 37"09 tra gli M45, categoria in cui si distinguono Umberto Casillo e Sergio Iannaccone. Tra gli M25 Nino Lignano, con la febbre addosso, riporta 32"08 e 44"54, Mariano Barile 32"93 e 38"12 (4°), Alessandro D'Ambrosio, in attesa delle sue gare a mare, 31"88 e 39"26; dopo Chiara e Serena è il terzo fratello D'Ambrosio a scendere in acqua per la causa giallorossa. Tra gli M30 vediamo il valente Massimiliano Amoroso (31"31 e 38"42), tra gli M35 David Cilento, già in clima Champion's, autore di 33"61 e 41"10, ed il pugnace Giovanni Laiso, 42"68 a delfino, sfortunatamente sanzionato di falsa partenza a stile. Negli M40 gradito ritorno di Luciano Caputo, 32"66 e 39"94; assieme a lui non fa mancare il suo apporto Cristian Belpedio. L'eccellente Giuseppe Lamberti si fregia infine di 2 bronzi M55 con 33"34 e 40"53. Ed ancora ci sono tante altre storie da raccontare. Melania Franzese non si allena dagli scorsi Regionali ma con innato talento si procura due argenti, nei 50 delfino M25 in 36"26, nei 50 sl con 33"04. Nella gara più veloce, lo sprint probante di Alessandra Calonaci le consente il 2° posto M35 con 34"19, mentre Claudia Ciardulli regola le M40 in 36"36. Nel doppio impegno serale Salvatore Esposito domina con la consueta padronanza tra gli M30 con 26"67 e 27"50; applausi per il rientro di Enzo Massa, subito vincitore tra gli M40 nel delfino con 31"63, mentre a stile riporta 30"38; Paolo Capuano è fuori condizione, ma quando si tratta di lottare non si tira mai indietro: è gratificato con l'argento nel delfino M45 (33"67), per poi completare lo stile in 32"14. Sempre nei 50 delfino, bronzo M50 per un commendevole Umberto Savarese con 35"83. Tra gli M40 il potente Massimiliano Riso fa 30"73 e 34"05, Antonio Gioia, con un cuore enorme, 31"95 e 36"72, l'olimpionico del remo Giuseppe Di Palo apre una nuova finestra sul nuoto: 32"08 e 37"74. Il leader della Megaride Marcello Esposito ferma il crono a 31"41 e 36"61 tra gli M45; i sodali pallanuotisti sono Alfredo Bottiglieri, 35"74 nel delfino M40, e Raffaele Simeoli, 34"81 a stile M25. Nel crawl veloce debuttano Marco Peluso, sorprendente 4° M35 in  30"77, Davide Stravato, un fulmine tra gli M30 con 29"57, Marco Di Bisceglie, 32"50 tra gli M25, e Fulvio Cianciaruso, 43"45 tra gli M50. Michelangelo Corsaro sigla 29"82 tra gli M25., mentre tra gli M45 Annibale Bovenzi fa 32"30, Vittorio De Silva 33"77, Aquilino Tirone 34"67, Antonio Giasi 40"96. Tra gli M55 Mauro Morino è 4° in 34"53, e, quando si giunge a Giorgio Sorrentino, si legge dell'argento con 33"35 negli M60 in cui dà il suo apporto lo stimabile Giovanni Greco. I senatori non sbagliano nulla: Cesare Bruschini è di nuovo oro M70 con 46"16, Fofò Buonocore chiude virtualmente la kermesse imponendosi tra gli M75 in 41"83. Nella festa, in cui non dimentichiamo gli under Gennaro Tarallo e Lorenzo Filosa, l'ultima immagine è proprio del Capitano Fofò con la coppa del 2° posto: nella classifica a squadre il C.C.N. risale infatti sulla piazza d'onore; sul gradino più alto, per il 19° anno, Il Gabbiano. La Canottieri vince il medagliere (40 ori, 26 argenti, 15 bronzi) e stabilisce il proprio record di iscritti, partecipanti e punteggio.

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

 

Battipaglia, 18 marzo, VI Trofeo Balnaea. Nella bella struttura di Battipaglia si distinguono subito i ranisti giallorossi: come sempre stupenda Mariarosaria Vallone, protagonista indiscussa con i successi su 50 (42"59) e 100 (1'36"51) tra le M55; anche  Massimo Lombardi, il maestro della disciplina, piazza una magnifica doppietta nei 50 M60 con 44"43 e sulla doppia distanza con 1'36"46; il prode Mauro Morino vince i 50 rana M55 in 46"72, poi è bronzo nei 50 sl  in 34"77. Nella mattinata dei veterani Nando Lignano arriva 2 volte 3° tra gli M60, nei 100 sl con 1'22"27, nei 50 dorso con 46"68 50, mentre Maurizio Tortora si aggiudica 100 stile e rana M75. Francesco Galassi detta legge nei 100 dorso M45 (oro in 1'26"62), tocca 3° nei 200 sl in 2'26"58; in questa gara, nella medesima categoria, è vinta in 2'21"38 da .Aldo Forquet, che veste poi l'argento nei 50 delfino in 34"66. La storia della giornata è però quella di Luciana Morgera: nuota i 100 misti M65 in 2'28"06 perdendo gli occhialini; allora, sfruttando l'iscrizione nei 100 stile, riprova gli stessi misti e, nonostante la stanchezza, abbassa il tempo precedente a 2'22"51; comunque si tratta di 2 ori. 

Nibionno, 24 marzo, XIII Trofeo Lario e Brianza. Il grande Marco Leone registra il personale in corta sui 400 sl M45: 4'24"90, ovvero 955 punti. E' la maniera di rispondere ad una prestazione "sotto tono" a Brescia, quando al XXVII Brixia Fidelis, il 4 marzo aveva fermato il crono sui 4'38"02 (928 punti). In entrambe le occasioni i risultati gli valgono l'incontrastato oro M45.

Barra, 1 aprile, II Meeting Nuoto Napoli. Ritorna alle competizioni la veteranissima Elena Capozzi, che vince i 50 rana e stile M75. Alessandro Borrelli e Pasquale Foggia disputano assieme  400 e 50 sl: il primo fa 6'05"84 e 34"24 tra gli M40, il secondo 6'39"57 e 35"53 tra gli M50. Intravede il traguardo dell'ironmaster Francesco Galassi, qui 1° nei 200 do M45 in 3'11"252, 2° nei 400 misti con un ottimo 6'16"63. Scelgono le stesse gare, inusitatamente brevi, Roberta Murano e Luciana Morgera: Roby si appropria di 2 ori nei 50 rana M50 in 49"14 e nei 50 sl in 38"82; Luciana vince a rana tra le M65 (59"11), ma è 2^ a stile con 54"57. la brava Rita Bavaro, ancora in condizioni imperfette, prende l'argento nei 50 sl M60 con 45"20.

Gualdo Tadino, 21-22 aprile, V Trofeo Piancoli. Pochi ma fortissimi i giallorossi in spedizione nel perugino. Massimo Lombardi ha un'altra conferma del suo stato di forma vincendo i 50 rana M60 in 45"15 ed i 200 in 3'36"92; Mariarosaria Vallone viene squalificata nei suoi 100 rana ed allora dà dimostrazione di classe poliedrica aggiudicandosi i 100 sl M55 in 1'17"69; Mauro Morino è argento nei 50 sl (35"54), bronzo nei 50 dorso M55 (52"28).

San Marino, 12-13 maggio, VII Trofeo San Marino. Ogni gara di Marco Leone regala emozioni e riscontri fantastici: negli 800 M45 segna 9'16"43, nei 400 4'29"08, due ori, due record sociali, due punteggi sopra i 960. Ma il weekend non finisce qui: la domenica dei 400, di ritorno, si ferma a Cremona per il V Trofeo Città di Cremona: questa volta le vittorie arrivano su 100 e 200 sl, con 59"53 e 2'11"33. A maggio il Leone è una macchina da guerra: il 26 a Gallarate lima il suo primati sui 100 sl, portandolo a 58"27.

Roma, 19 maggio, IX Meeting Flaminio. La premiata coppia Ciardulli-Galssi si reca nella Capitale per uno dei più prestigiosi Trofei del Circuito. Claudia Ciardulli consegue una gloriosa medaglia d'argento nei 100 sl M45 con 1'17"35, mentre nella gara più veloce fa 34"90, stabilendo così due primati sociali; Francesco Galassi si attesta su un ottimo 1'13"77 nei 100 delfino M45, nei 50 stile segna 29"39: siamo a un passo dalla conclusione dell'Ironmaster.

Piacenza, 27 maggio, XIII Trofeo Città di Piacenza. Il dominatore della giornata è sempre lui, Marco Leone, questa volta su 200 e 400 stile: il crono segna 2'08"65 e 4'30"27 per i consueti due ori M45 con riscontri sopra i 940 punti. Assieme a lui c'è un altro dei grandi, Giacomo Solfanelli, che disputa le medesime gare, tra gli M40: nei 200 coglie il bronzo con 2'16"73, sulla doppia distanza sfiora il podio con 5'01"70.

 

V Memorial Raffaele Russo

Ponticelli, 5 e 6 maggio 2012

 

E' sempre tutto perfetto al Memorial Russo, evento che ha ormai un posto speciale nei cuori di tutti gli appassionati, ed è divenuto perciò attesissimo. come un classico al quale non si può rinunciare: la stagione non sarebbe eguale, e perderemmo qualcosa di noi stessi lontano da Ponticelli quei giorni. Sembra che il tempo si sia fermato, sussurra uno dei partecipanti, riassunto dell'atmosfera e dell'animo di organizzatori,  nuotatori, personale, pubblico e quanti hanno contribuito alla riuscita di due magnifiche giornate. La piscina, al solito la migliore di Napoli per qualità dell'acqua, temperatura, cura, sembrava risplendere dello stesso sorriso serbato dall'entourage ai presenti.

Discorrere dei risultati, se può parer superfluo, serve a dar credito ai partecipanti del loro encomiabile spirito. Nei 200 sl Serena D'Ambrosio vince tra le M35 in 3'03"50, Aldo Forquet è secondo M45 in 2'22"45 davanti a Gian Nicola De Simone (2'28"23), Ernesto Ardia (2'39"70) e Luigi Cordova (2'47"76); il gagliardo Giulio Craus conquista il bronzo M40 con 2'57"09. Nei 50 delfino successo di Massimiliano Riso tra gli M40 col personale di 32"38; tra gli M45 Francesco Vitobello chiude in 35"43, Luigi Cordova in 39"20. Si passa ai 400 sl che Aldo Forquet domina tra gli M45 in 5'15"00, 3° un tenace Francesco Vitobello in 5'39"71. Formidabile Claudia Cinquegrana: 1^ nei 200 misti M40 in 3'21"77, 2^ nei 100 rana con 1'39"93. In questa gara Gian Nicola De Simone tocca 2° M45 con 1'23"83, Ernesto Ardia sigla 1'31"32; vittorie per Pino De Rosa tra gli M50 in 1'34"26 e Massimo Lombardi tra gli M60 in 1'38"50; quest'ultimo sarà poi 2° sui 50 con 44"23. Piazza d'onore anche per Gaetano Mastropasqua nei 200 misti M50 con 3'06"84. Alessandra Calonaci abbassa il primato sociale dei 100 misti M35 a 1'24"34, oro naturalmente. Dario Modonutti si produce in un ottimo 1'06"42 sui 100 delfino (1° M45), quindi vince i 100 misti in 1'09"17; 3° Maurizio Avallone in 1'21"55, 2° M50 Pietro Daniele in 1'22"80. Uno strepitoso Michelangelo Corsaro riduce i personali su 50 e 100 sl a 28"49 (bronzo M25) e 1'02"44 (argento). Sulla velocità crawl Annibale Bovenzi si cinge dell'argento M45 con 31"03, Pasquale Foggia riporta 34"90 tra gli M50; 35"01 per Vittorio De Silva, che si appropria dell'argento sui 50 rana in 43"46. Secondo posto per Maurizio Avallone nei 100 sl in 1'07"01, terzo per Alfredo Palombo Pandolfo sui 50 dorso M40 in 41"20. Illumina la vasca Mariarosaria Vallone, primissima nei 50 rana M55 in 43"52; nella stessa gara Mauro Morino è 2° M55 in 47"14. Maurizio Tortora si aggiudica 50 sl e rana M75, Nando Lignano termina i 50 rana M60 in  46"98. C'è la novità delle gare sulla distanza di 25 metri: nella rana vincono Alessandra Calonaci e Pietro Daniele, nel dorso Nando Lignano mentre Annibale Bovenzi tocca 2°; Massimiliano Riso si impone nel delfino, Giorgio Sorrentino e Gaetano Mastropasqua nello stile, in cui è 4° Giulio Craus. Né manca il tempo per una staffetta 4 x 50 sl, categoria "F": la compongono Mauro Morino, Nando Lignano, Massimo Lombardi, Annibale Bovenzi. Che mentalità !

IV Trofeo Il Gabbiano

Napoli, piscina Scandone, 26 e 27 maggio 2012

 

Sono in calendario tutte le gare al IV Trofeo "Il Gabbiano", secondo una tradizione di impareggiabile qualità organizzativa. Francesco Galassi completa l'ironmaster con due splendide prestazioni a delfino: 1'12"39 sui 100 e 3'01"43 sui 200, 2 ori M45 con altrettanti primati sociali. Sugli scudi anche Massimo Lombardi, che riporta l'ormai consueto double nella rana M60: 1'41"06 sui 100 e 3'44"69 sulla lunga distanza. Vittoria anche per Massimo Knight sugli 800 sl M45 in 11'22"10; stanco, poco dopo chiude in 2'44"67 i 200 sl, gara in cui tre giallorossi arrivano quasi assieme nella categoria M45; ha la meglio l'ottimo Marcello Esposito, 4° in 2'44"48; segue un tenace Ernesto Ardia in 2'46"55; il testa a testa tra i due si ripete nei 100, ma questa volta Ernesto tocca in 1'11"83, Marcello in 1'11"85. Nelle predette gare Alessandro Borrelli segna 1'17"90 e 2'57"52 tra gli M40, mentre Antonio Gioia, sanzionato di falsa partenza nei 200, sigla 1'12"33 nei 100 sl. Meritato oro per Ciro Cardalesi nei 100 delfino M30 con 1'15"59; nei 100 sl non può andare oltre il crono di 1'07"33. Ancora nei 100 delfino bel successo per Gaetano Mastropasqua tra gli M50 con 1'42"33, dopo che nei 200 sl 2'49"46 gli era valso solo il 4° posto. Argento nei 50 dorso per il positivo Annibale Bovenzi tra gli M45 con 41"24 e Mauro Morino tra gli M55 con 52"61; quest'ultimo è 4° nei 50 sl con 36"11. Ad ogni uscita Michelangelo Corsaro migliora i suoi personali: oggi porta a  28"65 quello dei 50 sl M25, poi arriva un'inattesa medaglia d'argento nell'inedito 400 sl con 5'39"93. Al suo fianco Bruno Velonà  arpiona il bronzo M35 con un buon 5'38"82, prima di completare gli sforzi con il 50 in cui fa 31"81. Gare veloci per Vittorio De Silva tra gli M45: 33"73 nei 50 sl, 45"04 nei 50 rana. I grandi veterani, i nostri M75, non si smentiscono: Fofò Buonocore arriva giusto a tempo per ghermire il 2° posto nei 50 sl con 40"97, Maurizio Tortora vince l'oro nei 200 rana, l'argento nei 200 sl M75. In campo femminile Claudia Ciardulli si appropria dell'oro nei 50 rana M45 con 45"11, terzo primato sociale in sette giorni. Mariarosaria Vallone non ha rivali tra le M55: 1^ nei 50 rana in 43"88, vince anche i 100 dorso in 1'44"19, record C.C.N. Alessandra Calonaci tocca 2^ M35 nei 50 rana in 43"16, 3^ nei 100 sl in 1'17"61. Gare eguali per Roberta Murano, Luciana Morgera ed Elena Capozzi: la prima prende 2 argenti nei 100 rana  (1'48"91) e nei 50 dorso M50 (49"75); Luciana vince a dorso tra le M65 in 1'10"20, ma a rana arriva 2^ in 2'14"07; 1^ nei 100 rana, Elena è argento a dorso tra le M70.

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

 

XXlX Campionato Italiano di nuoto master 2012

Bari, 9-15 luglio 2012

 

11 luglio - Il trionfo dei ranisti Massimo Lombardi e Pietro Daniele

I Campionati Italiani di Bari si aprono per il C.C.N. nella migliore maniera possibile: nella terza giornata, conquistano la medaglia di bronzo nei 200 rana Massimo Lombardi tra gli M60 con 3'36"71, Pietro Daniele tra gli M50 con 3'08"78. Per entrambi un successo storico e meritato, coronamento di una splendente carriera. Il primo, al decimo anno di militanza master, aveva rischiato di chiudere col nuoto appena sette mesi fa per un serio infortunio alla spalla. Con costanza, determinazione, coraggio, ha ripreso gradualmente gli allenamenti, si è sacrificato sottoponendosi a pesanti sedute a secco, si è poi dovuto allenare quasi sempre da solo; senza battere ciglio, a tappe forzate, ha raggiunto un invidiabile stato di forma già ai Mondiali di Riccione; ora è arrivato il colpo da maestro, con una gara che abbassa il personale di ben 4 secondi e lo proietta sul podio. Lo Zar, dal canto suo, era arrivato 3 volte 4°, in una circostanza ad appena 6 centesimi dalla medaglia. Ma ora, nonostante qualche virata imperfetta ed una prima vasca troppo spinta, si è preso tutte le soddisfazioni in un sol colpo con un terzo posto netto, inequivocabile, come Rummolo a Sydney. A conferma della qualità raggiunta, il giorno dopo, guadagna un eccellente 4° posto sui 400 misti in 6'18"28.

12 luglio - Si distingue il gruppo del C.C.N.

E' il giorno di massima affluenza dei ragazzi giallorossi; il gruppo si distingue per simpatia e brilla per stile: all'attivissimo Francesco Vitobello si deve l'arrivo del nuovo kit completo di divise, costumi e tutto quanto necessario, con sponsorizzazione "Caffé Borbone". Al termine di una magnifica stagione, in cui ha completato l'ironmaster, Francesco Galassi ha la forza per piazzare un'altra zampata: è 4° M45 nei 100 delfino con 1'15"76. Nei 200 sl la bravissima Roberta Murano arriva ad un soffio dal podio M50 con 3 minuti netti, tempo con cui migliora di ben 7' il crono dei recenti Mondiali; sfolgorante Claudia Ciardulli, 7^ M45 col personale di 2'49"60, record sociale; decimo posto per Serena D'Ambrosio tra le M35 con 3'00"10. Aldo Forquet segna 2'26"00, 7° posto M45 con tanti rimpianti per aver sbagliato l'ultima virata; precede Francesco Galassi con 2'31"60, Ernesto Ardia con 2'43"90; negli M40 Antonio Gioia riporta un buon 2'39"70.

13 luglio - Oro per Rita Bavaro

Negli attesi 100 stile, Roberta Murano con 1'25"09 arriva 6^ M50, come Rita Bavaro tra le M60 con 1'55"43; ancora sugli scudi Claudia Ciardulli, 5^ M45 grazie a 1'17"09, secondo personale in due giorni. Due raniste si cimentano nel crawl: al rientro dopo l'infortunio, Ilaria Leonardis fa 1'17"14, 15^ M30, Chiara D'Ambrosio segna 1'41"51, 13^ tra le M40: lei che si allena quasi esclusivamente a rana, quest'anno non ha disputato neppure una gara nel suo stile prediletto, dovendo sempre dirottare le forze su stile e dorso; Serena D'Ambrosio con 1'21"55 è 18^ tra le M35.  Nuota ancora bene Aldo Forquet, che chiude in 1'05"79, ancora davanti a Francesco Galassi (1'06"82) ed Ernesto Ardia (1'15"22). Personal-best per Antonio Gioia, 1'10"73 tra gli M40, e Michelangelo Corsaro, 1'04"96 tra gli M25. Mauro Morino segna 1'23"65 tra gli M55. Con i 50 rana conclude gli impegni Roberta Murano: 7^ con 50"02, ha raggiunto tre finali su tre uscite. Ma la giornata ha in serbo un clamoroso finale: nei 50 dorso Rita Bavaro si impone tra le M60 con 54"47.

14 e 15 luglio - Argento per la staffetta M280

Ritorna a Bari per i 100 rana Massimo Lombardi: tocca 6° M60 con 1'40"60. Nei 50 farfalla Rita Bavaro è 4^ M60 con 1'02"01, Michelangelo Corsaro prova il delfino in vista della staffetta e riporta 31"98 tra gli M25. La staffetta mista M240 con Fofò Buonocore a dorso, Cesare Bruschini a rana, Michelangelo Corsaro a delfino e Francesco Maddalena a stile arriva 7^ con 3'03"33.

La settimana si chiude con la gara più veloce: nei 50 sl Michelangelo Corsaro lima ulteriormente il personale con 28"50; Marco Peluso ottiene un interessante 30"75 tra gli M35, Mauro Morino fa 34"90 tra gli M55, Fulvio Cianciaruso 40"40 tra gli M50. L'ultimo, meritato applauso va alla staffetta 4 x 50 sl categoria M280: Mauro Morino, Francesco Maddalena, Cesare Bruschini, Fofò Buonocore salgono sul secondo gradino del podio con 2'39"81.

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

LE GARE IN ACQUE LIBERE 2012

 

- Bacoli, 02.06.2012. II Miglio marino di Torregaveta.

All'apertura della stagione campana delle gare in acque libere subito una gran prova di Massimo Knight, che vince tra gli M45 in 25'42"6, tempo con il quale precede Giuseppe Greco, 26'01, 2° M30.

- Vietri, 10.06.2012. Le prime perle della costiera, XIII Edizione, 2,8 km.

Bella prova di Giuseppe Greco che chiude in 38'43, terzo master assoluto e oro M30; Massimo Knight termina in 40'57, argento tra gli M45, categoria in cui sono di poco fuori dal podio gli ottimi Ernesto Ardia (42'23) e Francesco Vitobello (42'35). Positivo debutto in acque libere per Michelangelo Corsaro, 46'58 tra gli M25, mentre i due triathleti David Cilento e Giovanni Laiso siglano 4845 e  50'42 negli M35.

- Castellabate, 30.06.2012. V Ed. Punta Tresino nuota, 3 km.

La gara vale quale prova unica del Campionato Regionale di mezzofondo in acque libere. Le prime 3 donne master sono del C.C.N.: Claudia Ciardulli con 47'54"5 vince tra le M45, Claudia Cinquegrana tra le M40 con 51'43"7, Roberta Murano tra le M50 con 51'47"8. Con classe antica, Giacomo Vinci si impone in 42'42"4 tra gli M40, categoria in cui Giulio Craus fa 53'29"9. Luca Giosi è ottimo 4° M35 in 49'21"8. Tra gli M45 Aldo Forquet è bronzo in 41'38"6 davanti a Ernesto Ardia (42'34"7), Francesco Vitobello (44'19"8) e Francesco Galassi (44'53"8). Terzo posto anche per Piero Daniele tra gli M50 in 46'08"0

- Castellabate, 01.07.2012. V Traversata del Golfo di Castellabate, 5 km.

Il giorno dopo la 3 km, di nuovo tutti in acqua per il Campionato Regionale di fondo, anche questo in unica prova. Massimo Knight è argento M45 con 1h14'44"5, 4° Ernesto Ardia in 1h17'55"6 davanti a Francesco Vitobello (1h24'57"1) e Francesco Galassi (1h30'18"6). Giulio Craus arriva 6° M45 in 1h38'24"7. Claudia Cinquegrana si laurea campionessa Regionale M40 in 1h37'55"2.

- Amalfi, 07.07.2012. X Traversata Minori-Amalfi, 3 km.

Claudia Ciardulli arriva prima tra tutte le donne master, oltre che M45, con 44'48"2. Il successo della squadra femminile è completato dai primi posti della tenace Ilaria Leonardis tra le M30 in 47'20"9 e di Claudia Cinquegrana tra le M40 con 50'41"9; Serena D'Ambrosio è 3^ M35 con 50'16"3. In campo maschile Massimo Knight è il primo giallorosso a toccare la sabbia ma è argento M45 con 38'44"8; in questa categoria esce di poco fuori dal podio Dario Modonutti, che con 39'40"4 precede Aldo Forquet (39'47"2) e, poi il gruppo, regolato da Ernesto Ardia (41'21"7), davanti a Francesco Vitobello (41'23"0) e Francesco Galassi (41'30"0). Arrivato da Milano, Giacomo Solfanelli, con un tocco da campione, raggiunge l'argento M40 con  40'10"2, 3° Giacomo Vinci in 40'12"4; Antonio Gioia è 5° in 41'26"0, seguono Massimiliano Riso (49'18"9) e Giulio Craus (49'33"8). Con 43'52"8 Bruno Velonà guadagna il bronzo tra gli M35, dove Marco Peluso segna 40'50"8. Pietro Daniele arriva 5° M50 in 45'13"0; Fulvio Cianciaruso chiude in 1h03'12"1.

- Annecy, Francia, 15.08.2012. LXXXII Traversata del Lago di Annecy, 2,4 km.

Il lago di Annecy sulle Alpi dell'Alta Savoia, caro a Rousseau e Cezanne, è considerato il più pulito d'Europa; di origine glaciale, è il 2° della Francia per superficie. Ogni ferragosto, da 82 anni, vi si disputa una traversata a nuoto di 2.400 metri con in palio la Coupe de la Ville d'Annecy. Quest'anno, tra i 689 partecipanti, vi erano due impavidi giallorossi, Giacomo Solfanelli ed Aldo Forquet che, come sempre, hanno onorato la loro presenza ed i colori della Canottieri con un'ottima gara, decisa allo sprint a favore del primo, 31° in classifica generale con 34'31"08; soli tre secondi il distacco dal compagno, 34° con 34'34"77. All'arrivo, la perfetta organizzazione prevedeva il passaggio degli atleti, dopo il traguardo, su un tappeto rosso che si insinuava tra la gente festante per terminare con una, bouvette rinfrescante ricca di ogni sorta di frutti e bevande; quindi, decine di docce, premiazione e diploma di partecipazione per tutti i concorrenti. Un esempio di stile, come imprescindibile riferimento, per grinta ed entusiasmo, sono i nostri due alfieri.

- Il Re del fondo: Marco Leone.

Dodici gare maiuscole, punteggiate dalla mitica Coppa Byron, hanno fatto da cornice all'estate agonistica del fenomenale Marco Leone, che ha percorso l'Italia dallo Stretto alla Riviera di Levante ingaggiando ad ogni tappa titanici confronti col mare. Totale 51,2 km di bracciate, coronate da successi memorabili, che riassumiamo qui di seguito, ricordando che i risultati conseguiti lo hanno proiettato al 3° posto assoluto degli M45 nella classifica nazionale del settore fondo.

- 1 luglio, Sori: VIII Miglio marino Sorese. 2° assoluto, 1° M45 in 24'54.

- 8 luglio, Piombino: XXIII Maratona degli Etruschi, 10 km. 3° M45 in 2h45'05"1.

- 5 agosto, Villa S. Giovanni: XLVIII Traversata dello Stretto, 5,2 km. 2° master assoluto in 54'05"9.

- 6 agosto, Villa S. Giovanni: XVI Memorial N. Sofi, 5,2 km. 1°  master assoluto in 47'31.

- 12 agosto, Lerici: XII Trofeo Noceti, 5 km.  1° master assoluto in 1h02'48.

- 26 agosto Lerici, XXXI Coppa Byron, 7,2 km. 3° master assoluto, 1° M45 in 1h38'33"4.

- 9 settembre Sturla, LXIX Miglio Marino. 1° master assoluto e 1° M45 in 26'17".

- 15 settembre, S. Terenzo, Trittico Santerenzino 2^ prova, 3 km. 1° master assoluto e 1° M45 in 40'53"

- 16 settembre, S. Terenzo, Trittico Santerenzino 3^ prova, 1 miglio. 1° master assoluto e 1° M45 in 23'02".

- 22 settembre, Sestri Levante, Triplo giro della Baia del silenzio,  2,1 km. 1° master assoluto e 1° M45 in 24'38".

- 23 settembre, Castiglione della Pescaia, V Trofeo Granducato di Toscana, 5 km. 2° M45 in 1h18'11".

- 23 settembre, Castiglione della Pescaia, V Trofeo Granducato di Toscana, 3 km. 1° mastre assoluto e 1° M45 in 23'38"9.

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

 

Il 25 luglio si tiene sul terrazzo del Circolo al Molosiglio l'annuale cena di chiusura della stagione del nuoto master. Vengono premiati con le pergamene tutti i partecipanti ai Campionati Regionali; Massimo Lombardi e Aldo Forquet ricevono la medaglia per aver compiuto la 10^ stagione agonistica con i colori giallorossi. Dopo un premio speciale ai componenti della staffetta 4 x 50 stile categoria M280, medaglia di argento agli Italiani di Bari (Fofò Buonocore, Francesco Maddalena, Cesare Bruschini, Mauro Morino), ci sono le targhe celebrative per Roberta Murano, Claudia Ciardulli, Francesco Vitobello, Francesco Galassi, Massimo Lombardi, Pietro Daniele, Marco Leone. Le coppe conquistate durante la stagione vengono consegnate a Fabrizio Scala, Antonio Actis, Massimo Knight, Claudia Cinquegrana e Giulio Craus, Rita Bavaro, Giacomo Solfanelli, la cui presenza diventa l'evento della serata. Tra i presenti i componenti del Consiglio Direttivo del C.C.N. Gennaro Russo, Antonio Giuffrè e Giuseppe Di Palo, il giornalista Carlo Franco, il Presidente del Panathlon Poli Sanguineti, il Dott. Giuseppe Canale con la moglie, l'Avv. Bruno Del Vecchio, che hanno consegnato i riconoscimenti distribuiti assieme a Nando Lignano e Maurizio Tortora.

 

[NB: a parte in questa Sezione il report sui Campionati del Mondo]